Heinrich Himmler, il sacerdote nero del Terzo Reich

di Axel Silverstone

Un enigma. Questo, probabilmente, continuerà a rimanere Heinrich Himmler, l’uomo che creò le SS plasmandole con la sua visione deviata dell’antico misticismo pagano germanico da cui era ossessionato e di cui fu l’oscuro sacerdote all’interno del Terzo Reich.

Il nazismo ci ha lasciato una lunga galleria di figure inquietanti e disumane, a partire da Adolf Hitler: individui contraddistinti da volgarità quasi patologica come Julius Streicher, o ex eroi della Prima guerra mondiale come il Maresciallo del Reich Hermann Goering, uomo dallo stile di vita degno di un principe rinascimentale, e tanti altri ancora.

Eppure nessuno è in grado di suscitare un senso di terrore e disagio comparabile a quello di colui che nell’immaginario collettivo incarna la spietata efferatezza del totalitarismo del XX secolo: Heinrich Himmler.